Centro per la Riforma del Diritto di Famiglia
1967 - 2017

Separazione consensuale con procedimento minorile pendente: quid juris?

Trib. Milano, sez. X civ., decreto 15 maggio 2015 (Pres. est. G. Servetti)

A seguito della riformulazione dell'art. 38 disp. att. c.c. ad opera della legge n. 219/2012 i provvedimenti di cui, fra gli altri, agli artt. 330 e 333 c.c. sono rimasti patrimonio della competenza funzionale del giudice minorile, con la sola deroga, a favore del Tribunale ordinario, rappresentata dalla concorrente pendenza innanzi a tale ultimo Ufficio di un procedimento separativo, divorzile o ex art. 316, quarto comma, c.c.; ciò vuol dire che, in presenza di un procedimento ex artt. 330 e ss. c.c. instaurato anteriormente al deposito del ricorso per separazione consensuale, non può trovare applicazione il principio di concentrazione delle competenze avanti il giudice ordinario e, dunque, quella c.d. competenza per attrazione che sola può consentire la trattazione unitaria da parte del giudice adito delle domande inerenti allo status dei genitori e all’affidamento dei minori qualora sussistano gli estremi per l’adozione di provvedimenti limitativi o ablativi della responsabilità. Ne consegue che il Tribunale ordinario, in questo caso, può omologare la separazione consensuale limitatamente alle questioni coniugali non potendo, invece, provvedere in merito all’esercizio della responsabilità genitoriale.


Separazione Divorzio Figli Minori Giurisprudenza

Pubblicato giovedì 16 febbraio 2017
da
Statuto Statuto Disclaimer Disclaimer Iscriviti Iscriviti
© Tutti i diritti riservati - Centro per la Riforma del Diritto di Famiglia - Tutti i testi dei provvedimenti pubblicati, anche mediante link, non sono ufficiali; si declina, pertanto, ogni responsabilità per eventuali inesattezze.

Il sito CRDF non è una testata: non rappresenta un prodotto editoriale con periodicità regolare poiché viene aggiornato a seconda della disponibilità del materiale.
Il Centro per la Riforma del Diritto di Famiglia è un centro di studi pertanto non fornisce consulenza.

c/o Studio Legale Avv. Danovi - Via S. Barnaba 32, 20122, Milano - Tel: 02.54673260 - email: segreteria@crdf.it