Centro per la Riforma del Diritto di Famiglia
1967 - 2017

Risarcimento del danno e convivenza

La Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 21230 resa in data 20 ottobre 2016, ha affermato come, nell'ambito del risarcimento per lesione del rapporto parentale, la convivenza non costituisca un criterio essenziale ma, unicamente, uno dei parametri oggetto di valutazione. 
Significativa è altresì la riflessione espressa in merito al nuovo concetto di famiglia e, dunque, al ruolo svolto dai nonni all'interno della stessa. Ritenendo non più condivisibile limitare la "società naturale" della famiglia, cui fa riferimento l'art. 29 Cost., all'ambito ristretto della sola "famiglia nucleare", incentrata su coniuge, genitori e figli, la Corte dissente dal proprio orientamento antecedente, ai sensi del quale "le disposizioni civilistiche che specificamente concernono i nonni non [sono] tali da poter fondare un rapporto diretto, giuridicamente rilevante, tra nonni e nipoti ma piuttosto [individuano] un rapporto mediato dai genitori-figli o di supplenza dei figli" (Cass. Civ. n. 4253/2014). Il Giudice di legittimità afferma infatti come  "il nostro ordinamento non solo include i discendenti in linea retta tra i parenti (art. 75 c.c.) e riconosce tra nonni e nipoti uno stretto vincolo di parentela (v. art. 76 c.c., quanto al computo dei gradi) ma prevede nei confronti dei discendenti e viceversa una serie di diritti, doveri e facoltà - il cui elenco non è il caso di riprodurre in questa sede, salvo a richiamare, per la sua emblematicità ai fini che qui interessano, l'art. 317-bis c.c. secondo cui gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni, con la possibilità per i predetti di ricorrere al giudice nel caso in cui l'esercizio di tale diritto sia impedito - da cui risulta l'innegabile rilevanza anche giuridica, oltre che affettiva e morale, di tale rapporto".


Convivenza Giurisprudenza Diritto Dei Nonni

Pubblicato mercoledì 22 febbraio 2017
da
Statuto Statuto Disclaimer Disclaimer Iscriviti Iscriviti
© Tutti i diritti riservati - Centro per la Riforma del Diritto di Famiglia - Tutti i testi dei provvedimenti pubblicati, anche mediante link, non sono ufficiali; si declina, pertanto, ogni responsabilità per eventuali inesattezze.

Il sito CRDF non è una testata: non rappresenta un prodotto editoriale con periodicità regolare poiché viene aggiornato a seconda della disponibilità del materiale.
Il Centro per la Riforma del Diritto di Famiglia è un centro di studi pertanto non fornisce consulenza.

c/o Studio Legale Avv. Danovi - Via S. Barnaba 32, 20122, Milano - Tel: 02.54673260 - email: segreteria@crdf.it